L’Attraversaspecchi – La memoria di Babel

Titolo: La memoria di Babel

Autore: Christelle Dabos

Editore: Edizioni E/O

Collana: –

Pubblicazione: 2019

Edizione: prima edizione

Traduzione: Alberto Bracci Testasecca

« “Perché siete venuta a Babel?”

Una erre scricchiolante come ghiaccio, consonanti dure come la pietra: Thorn aveva ripreso l’accento del Nord. Le aveva posto la domanda articolando lentamente e con metodo.

Quando Ofelia realizzò che si stava rivolgendo a lei e non a Eulalia perse ogni capacità di ragionare.»

Come ho già detto in precedenza, Christelle Dabos è stata bravissima a creare un fantasy in grado di trasportarti letteralmente fuori dalla porta di casa, tenendo il lettore incollato alle pagine.

Per la terza volta quest’anno, mi sono ritrovata, quindi, fra le pagine della saga de L’Attraversaspecchi. Ma chi è questa Attraversaspecchi? Domanda difficile, perché questa volta anche la nostra Ofelia, la giovane protagonista di questo libro, ha dei dubbi su chi sia lei veramente, su quale sia la sua identità.

Ancora prima di arrivare alla metà del libro si sente il viaggio introspettivo che sta facendo il nostro personaggio, per colmare verso la fine con una piena consapevolezza di se stessa.

È un viaggio duro, questa volta, che la mette davvero alla prova.

Tra i suoi scopi, prima di tutto, quello di ritrovare Thorn, che da tre anni sembra sparito nel nulla e di lui non si hanno più notizie. Eppure, Ofelia ce la fa, riesce a ritrovare suo marito.

E anche se il modo in cui lo trova è abbastanza strano, poiché lui è costretto a fingersi un’altra persona, ormai non ci stupiamo più di nulla quando l’autrice ci mette di fronte ad una nuova sfida. Il lettore sa perfettamente che dietro ad ogni nuova pagina potrebbe celarsi un nuovo mistero.

È uno di quei rari libri in cui, per tenere a freno la mia curiosità, sono costretta a nascondere con le mani i passaggi successivi a quelli che sto leggendo.

In questo terzo volume, dunque, ci troviamo di fronte ad un discorso di identità: ci si scambia, si mente, ci si finge ciò che non si è, e si perde la ragione.

Ma cosa si cela dietro un Millefacce? E chi è l’Altro?

Voto: 5/5

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

Sognare tra le pagine di un libro

Se puoi sognarlo puoi farlo

live&read

Libri, le perle di saggezza

lemillestorie

"Chi legge vive mille vite prima di morire. Chi non legge mai, ne vive una sola" (R.R. Martin)

Diario di una lettrice rampante

"Un buon romanzo inizia con una piccola domanda e finisce con una ancora più grande". -Paula Fox

Gio.✎

Avete presente quegli scomodi abiti vittoriani? Ecco. Io non vorrei indossare altro.

Adrenalibri

Siamo due amici con una forte passione per i libri, gli animali e le storie. Abbiamo aperto questo spazio per condividere le nostre letture e per confrontarci col mondo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: