Il Club del libro e della torta di bucce di patata di Guernsey

Titolo: Il Club del libro e della torta di bucce di patata di Guernsey

Autore: Mary Ann Shaffer & Annie Barrows

Editore: Astoria

Collana: –

Pubblicazione: novembre 2017

Edizione: settembre 2018 – seconda ristampa

Traduzione: Giovanna Scocchera, Eleonora Rinaldi

 

«Sembrano trent’anni, anche se in realtà fu uno solo. Nell’aprile del ’45 il comandante Neuengamme scelse quelli di noi che erano ancora in grado di lavorare e ci mandò a Belsen. Viaggiammo per diversi giorni su un grosso camion aperto, senza cibo, senza coperte, senz’acqua, ma almeno non dovevamo camminare. Le pozze di fango per strada erano rosse»

 

1946, la seconda Guerra Mondiale è appena finita e Juliet sta cercando l’ispirazione per poter scrivere un libro che non faccia ridere. La protagonista, che alla fine vera protagonista non è, è una giornalista che, durante la guerra, ha cercato di alleggerire l’atmosfera cercando di far ridere chi non trovava più la forza di asciugarsi le lacrime.

L’ispirazione arriva con una lettera indirizzata a lei da parte di Dawsey, abitante di Guernsey e membro del Club del libro e delle bucce di patata che, per coincidenza, si è trovato tra le mani un vecchio libro una volta appartenuto a Juliet.

La particolarità del romanzo è che si tratta di una serie di lettere e sono proprio loro a costruire la storia e dare vita ai personaggi, dei quali si sentono le vere voci.

Non avevo mai letto niente di questa casa editrice che, da poco, fa parte del gruppo Mauri Spagnol, e si trova sotto il marchio più grosso di Guanda. Devo dire che mi piacerebbe leggere altro per farmi un’idea delle pubblicazioni. Se sono tutte come questa, hanno vinto.

Il Club del libroè uno di quei romanzi che ti conquista dalla prima pagina e che ti fa sentire parte di una storia che da un lato è molto vicina a quella del lettore, dall’altro è lontana e sconosciuta. Racconta la realtà della guerra, che noi non abbiamo vissuto. La racconta in modo diverso. La guerra che ha vissuto Guernsey non è la stessa guerra che studiamo sui libri. È una guerra dove i nazisti rimangono nazisti, ma hanno anche un lato umano e dove la fratellanza e la solidarietà la fanno da padrona. È anche una storia d’amore. L’amore in tutte le sue forme. Quello per un figlio, per quello per il proprio compagno, quello verso sé stessi e quello che ancor non è corrisposto.

Credo sia un libro che almeno una volta nella vita tutti dovremmo leggere, anche solo per il tema che tratta e per dare dell’altra linfa a quei tempi scuri. Anche solo per vedere che, a volte, anche solo un libro può salvare la vita.

Voto: 5/5

Disclaimer: a causa di una distanza geografica proibitiva tra le due editor la foto del post ritrae solo la foto di copertina del libro preso in oggetto. Il libro è stato letto in versione cartacea, ma fotografato su supporto digitale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Sognare tra le pagine di un libro

Se puoi sognarlo puoi farlo

live&read

Libri, le perle di saggezza

lemillestorie

"Chi legge vive mille vite prima di morire. Chi non legge mai, ne vive una sola" (R.R. Martin)

Diario di una lettrice rampante

"Un buon romanzo inizia con una piccola domanda e finisce con una ancora più grande". -Paula Fox

Gio.✎

Avete presente quegli scomodi abiti vittoriani? Ecco. Io non vorrei indossare altro.

Adrenalibri

Siamo due amici con una forte passione per i libri, gli animali e le storie. Abbiamo aperto questo spazio per condividere le nostre letture e per confrontarci col mondo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: