Le letture di Francesca

Happy hour

Titolo: Happy hour

Autore: Mary Miller

Editore: Edizioni Black Coffee

Collana: –

Pubblicazione: maggio 2017

Edizione: 2018

«Pensa a tutte le volte che è stata male lei, e poi pensa alla bellezza e a quanta fatica faccia a trovarne, persino nelle cose belle. Si domanda se chi ha sofferto nella vita ne veda di più. Si chiede come faccia una manciata di parole a sembrarle tanto significativa quando in realtà non significa niente»

 

Non avevo mai letto niente della casa editrice Black Coffee ed ero molto curiosa di scoprirne qualcosa di più rispetto a quello che già sapevo, ovvero che il loro progetto editoriale si basa sulla letteratura nordamericana e sulle voci fuori dal coro, meglio se femminili.

Quello che mi ha stupito quando mi sono trovata davanti un tavolino dedicato è che usano molto i colori e che le loro copertine sono fantastiche e mettono allegria.

E ho scelto quella che me ne metteva di più: Happy hour.

Mary Miller ha scritto una raccolta di sedici racconti che parlano di donne. A dirla tutta io non amo le raccolte di racconti, di solito le snobbo, preferisco i romanzi. Preferisco una storia unica che mi catturi dall’inizio alla fine e che come minimo si sviluppi in centocinquanta pagine.

L’ho preso lo stesso perché mi attirava e non riuscivo a metterlo giù per prenderne un altro.

Devo dire che mi ha stupita perché è vero che sono sedici racconti completamente slegati tra loro, ma hanno un filo conduttore invisibile che ti porta dalla prima all’ultima parola senza difficoltà.

Le voci sono femminili, emergono come un coro, e sono voci molto potenti. Ognuna racconta una storia diversa, una storia d’amore, di famiglia, di lavoro e hanno la particolarità di raccontare storie vere che non danno l’idea di essere buttate lì tanto per creare un mondo o una prospettiva. La sensazione che ho avuto ogni volta che giravo pagina era quella di parlare con una persona che effettivamente conoscevo e che era seduta di fianco a me.

Di contro ci sono dei temi comuni durante tutta la narrazione, quel filo rosso di cui parlavo prima, che a volte si notano e altri no. Ho sentito molto la presenza, come tema ripetuto, della droga. Del farsi, dello sballarsi, delle canne.

A volte è ridondante, ci si inciampa dentro continuamente e a volte vorresti spostarti, ma non riesci. Due racconti su tre ne parlano. Non è mai il centro della narrazione, ma è qualcosa di sempre presente, anche se nominata di sfuggita è lì.

Le donne raccontate dalla Miller sono tutte donne forti, che parlano in prima persona, che hanno più o meno consapevolezza del loro potenziale, ma sempre estremamente oneste. Una di loro ha una relazione con un uomo divorziato con un figlio e non ha problemi a dire che non ama la prole del suo compagno, anzi, lo vede come un fattore di disturbo e arriva fin a sperare che i due si rimettano insieme. Un’altra donna si ritrova a convivere con una ragazza che non conosce dopo un matrimonio finito male, con un ragazzo di cui si approfitta e che vorrebbe amare senza riuscirci.

Consiglio questo libro perché a suo modo parla di quelle figure femminili che altrimenti non avrebbero spazio in altri libri perché non ne sarebbero protagoniste, ma comparse. Personaggi secondari che prenderebbero la strada del classico personaggio “sconfitto” che nessuno si sente di amare. La Miller riesce a dare ad ognuno di loro uno spazio tale per cui non riesci ad amarle, ma a supportarle.

 

Voto:3/5

Disclaimer: a causa di una distanza geografica proibitiva tra le due editor la foto del post ritrae solo la foto di copertina del libro preso in oggetto. Il libro è stato letto in versione cartacea, ma fotografato su supporto digitale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...