Segreti di famiglia

E’ istintivo: appena finisco un libro devo subito scriverne la recensione. A maggior ragione se il libro mi è anche piaciuto.

Titolo: Il libro dei Baltimore

Autore: Joel Dicker

Editore: La Nave di Teseo

Anno: 2016

Pagine: 587

Perché scrivo? Perché i libri sono più forti della vita. Sono la più bella delle rivincite. Sono i testimoni dell’inviolabile muraglia della nostra mente, dell’inespugnabile fortezza della nostra memoria.

Trama: sino al giorno della Tragedia, c’erano due famiglie Goldman. I Goldman di Baltimore e i Goldman di Montclair. Di quest’ultimo ramo fa parte Marcus Goldman, il protagonista di La verità sul caso Harry Quebert. I Goldmand di Montclair, New Jersey, sono una famiglia della classe media e abitano in un piccolo appartamento. I Goldman di Baltimore, invece, sono una famiglia ricca e vivono in una bellissima casa nel quartiere residenziale di Oak Park. A loro, alla loro prosperità, alla loro felicità, Marcus ha guardato con ammirazione sin da piccolo, quando lui e i suoi cugini, Hillel e Woody, amavano di uno stesso e intenso amore Alexandra. Otto anni dopo una misteriosa tragedia, Marcus decide di raccontare la storia della sua famiglia: torna con la memoria alla vita e al destino dei Goldman di Baltimore, alle vacanze in Florida e negli Hamptons, ai gloriosi anni di scuola. Ma c’è qualcosa, nella sua ricostruzione, che gli sfugge. Vede scorrere gli anni, scolorire la patina scintillante dei Baltimore, incrinarsi l’amicizia che sembrava eterna con Woody, Hillel e Alexandra. Fino al giorno della Tragedia. E da quel giorno Marcus è ossessionato da una domanda: cosa è veramente accaduto ai Goldman di Baltimore? Qual è il loro inconfessabile segreto?

La mia opinione: di inconfessabili segreti ce n’è più di uno e Marcus li scopre ad uno ad uno, mentre il lettore viene letteralmente catturato in un vortice di avventure ed emozioni. E’ quello che succede quando si legge un libro di Joel Dicker. La stessa cosa, infatti, mi successe lo scorso anno quando lessi La verità sul caso Harry Quebert, ad oggi ancora uno dei miei libri preferiti. 

Ad essere sincera, quando ho letto la trama, ero convinta di trovarmi davanti ad un nuovo giallo di questo autore. Il libro in questione, invece, non è un vero e proprio giallo. Si tratta semplicemente della storia della famiglia dei Goldman di Baltimore, che per cercare di salvarsi dallo sfacelo, inizia a barricarsi dietro alcuni segreti, che portano poi alla Tragedia, di cui Marcus parla in continuazione per tutto il libro.

Molti di noi cercano di dare un senso alla propria vita, ma la nostra vita ha un senso solo se siamo capaci di raggiungere questi tre traguardi: amare, essere amati è saper perdonare. Il resto è soltanto tempo perso.

Attraverso i suoi racconti, scopriamo insieme quali sono le verità che si celano dietro le scelte dei Baltimore, le invidie e le gelosie, da sempre acerrime nemiche della serenità. 

Dicker, come sempre, riesce a tenere il lettore sulle spine e fino alle ultimissime pagine non rivela assolutamente nulla di ciò che poi sarà l’evento che farà sciogliere la matassa di nodi di domande che si è formata nella vita del protagonista.

Voto: 5/5

Grazie ai libri.

Tutto era cancellato.

Tutto era dimenticato.

Tutto era perdonato.

Tutto era riparato.

Una risposta a "Segreti di famiglia"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

Sognare tra le pagine di un libro

Se puoi sognarlo puoi farlo

live&read

Libri, le perle di saggezza

lemillestorie

"Chi legge vive mille vite prima di morire. Chi non legge mai, ne vive una sola" (R.R. Martin)

Diario di una lettrice rampante

"Un buon romanzo inizia con una piccola domanda e finisce con una ancora più grande". -Paula Fox

Gio.✎

Avete presente quegli scomodi abiti vittoriani? Ecco. Io non vorrei indossare altro.

Adrenalibri

Siamo due amici con una forte passione per i libri, gli animali e le storie. Abbiamo aperto questo spazio per condividere le nostre letture e per confrontarci col mondo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: