Cacciatori vittoriani

Terminato il secondo volume della trilogia Le origini di Shadowhunters.

Titolo: Il principe

Autore: Cassandra Clare

Editore: Mondadori

Anno: 2012

Pagine: 494

Trama: in una Londra vittoriana fosca e inquietante, e nel suo magico mondo nascosto, Tessa Gray crede di aver finalmente trovato tranquillità e sicurezza con gli Shadowhunters, i Cacciatori di demoni, che proteggono lei è il suo terribile potere dalle mire del perfido Mortmain. Ma con lui e il suo esercito di automi ancora in azione, il Consiglio vuole spodestare Charlotte Fairchild, per affidare il comando a Benedict Lightwood, uomo senza scrupoli e affamato di potere. Nella speranza di salvare Charlotte, Will, Jem e Tessa decidono di svelare i segreti del passato di Mortmain e scoprono sconvolgenti legami fra gli Shadowhunters e la chiave del mistero dell’identità di Tessa. La ragazza, intrappolata nei sentimenti che prova per Will e Jem, si trova a dover compiere una scelta cruciale quando scopre in che modo gli Shadowhunters abbiano contribuito a fare di lei “un mostro”. Sconvolta, Tessa è tentata di schierarsi con il fratello Nate dalla parte di Mortmain. Ma a chi è davvero fedele? E chi ama, nel profondo del suo cuore? Soltanto lei può scegliere se salvare gli Shadowhunters di Londra oppure distruggerli per sempre.

La mia opinione: dalla trama sembra tutto molto interessante, per chiunque abbia letto prima la saga di The Mortal Instruments (sebbene questa venga prima in ordine temporale), è pronto ad aspettarsi un libro pieno di colpi di scena. Beh, mi spiace deludervi ma così non è. O perlomeno, così è stato per me. Infatti, a mio parere, di colpi di scena, avventure e combattimenti ce ne sono stati ben pochi. E quei pochi sono stati trattati con molta superficialità.

Insomma, ormai posso dire di essere abbastanza abituata alla stile della Clare, quindi so di per certo che i suoi libri sono pieni di descrizioni è tendenzialmente lenti nella narrazione. Ma in alcuni casi, quello di Shadowhunters compreso, la narrazione lenta mi piace, forse è quasi essenziale. E poi, appunto, fa parte dello stile dell’autrice, quindi non si può discutere.

In questa trilogia, però, faccio fatica a farmi piacere la storia. È come se mancasse qualcosa. Inoltre, ho poca sopportazione dei personaggi di Tessa e Will.

Inutile dire che mi aspetto un miglioramento con il terzo volume, ma iniziò ad essere scettica sul fatto che possa accadere veramente.

Voto: 3,5/5

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Sognare tra le pagine di un libro

Se puoi sognarlo puoi farlo

live&read

Libri, le perle di saggezza

lemillestorie

"Chi legge vive mille vite prima di morire. Chi non legge mai, ne vive una sola" (R.R. Martin)

Diario di una lettrice rampante

"Un buon romanzo inizia con una piccola domanda e finisce con una ancora più grande". -Paula Fox

Gio.✎

Avete presente quegli scomodi abiti vittoriani? Ecco. Io non vorrei indossare altro.

Adrenalibri

Siamo due amici con una forte passione per i libri, gli animali e le storie. Abbiamo aperto questo spazio per condividere le nostre letture e per confrontarci col mondo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: