Di nuovo nel mondo dei Cacciatori.

Ebbene sì, sono tornata di nuovo nel mondo dei Cacciatori della Clare, con il primo volume della trilogia “The Infernal Devices“.

Titolo: Shadowhunters – L’angelo

Autore: Cassandra Clare

Editore: Mondadori

Anno: 2011

Pagine: 475

Trama: Tessa Gray, orfana sedicenne, lascia New York dopo la morte della zia con cui viveva e raggiunge il fratello ventenne Nate, a Londra. Unico ricordo della vita precedente, una catenina con un piccolo angelo dotato di un meccanismo a molla, appartenuto alla madre. Quando il fratello maggiore scompare all’improvviso, le ricerche portano la ragazza nel pericoloso mondo sovrannaturale della Londra vittoriana. Sarà rapita, ingannata, sfruttata per la sua straordinaria capacità di trasformarsi e assumere l’aspetto di altre persone. La salveranno due Shadowhunters, Will e Jem, destinati a combattere i demoni, nonché a mantenere l’equilibrio tra i Nascosti e fra questo e gli umani. Tessa sarà costretta a fidarsi. Si unirà a loro nella lotta contro i demoni per poter imparare a controllare i propri poteri e riuscire finalmente a trovare Nate. Ma tutto ciò la porterà al cuore di un arcano complotto che minaccia di distruggere gli Shadowhunters, e le farà scoprire che l’amore può essere la magia più pericolosa di tutte.

Qualunque cosa tu sia fisicamente, maschio o femmina, forte o debole, malato o sano… tutte queste cose contano meno di ciò che è contenuto nel tuo cuore. Se hai l’anima di un guerriero, sei un guerriero. Qualunque sia il colore, la forma, il disegno che la nasconde, la fiamma all’interno della lampada rimane la stessa. Tu sei quella fiamma.

La mia opinione: di solito sono sempre entusiasta del primo volume di una saga, perché è quella che ti apre le porte verso un mondo tutto nuovo e accadono subito una serie di eventi per il quale non vedi l’ora di proseguire con la lettura.

Bisogna sempre essere prudenti con i libri e con ciò che contengono, perché le parole hanno il potere di cambiarci.

In questo caso, invece, non è stato così. Sono abbastanza delusa da questo primo volume. La storia è molto lenta e ricca di dettagli, ma su questo sono ormai abituata alla prosa della Clare, tanto che non mi spaventa affatto. Il punto è che bisogna superare la metà del libro per iniziare a vedere l’evolversi della situazione, per capire che qualcosa sta per accadere. Da lì in avanti è tutto un percorso in discesa.

Gli oggetti inanimati sono inoffensivi, ma non si può dire lo stesso degli uomini che li usano.

Una grande difficoltà che ho riscontrato è stata quella di immedesimarmi nella protagonista che vive in una società di fine 800, quindi in una società in cui le donne che “comandano”, combattono e trattano il marito come un loro pari non sono viste di buon occhio. Quindi, quando Tessa ha questi pensieri derivanti da una società chiusa, resto un momento perplessa a cercare di capire che diamine di problemi abbia, finché non mi viene in mente l’epoca in cui è ambientata la storia.

Il personaggio di Will, invece, sembra la brutta copia di Jace. Arrogante, presuntuoso, carico di sarcasmo fino ai limiti della decenza.

Se in tutto il mondo non c’è nessuno a cui importa di te, esisti davvero?

Insomma, decido di proseguire con la lettura dei prossimi volumi solo perché si tratta pur sempre di Shadowhunters e non può deludermi così tanto e perché tutti non fanno altro che dirmi che è molto più bella della serie di “The Mortal Instruments“.

Voto: 3,5

Gli capitava di pensare a cosa avrebbe fatto dopo, ma non riusciva a immaginarlo più di quanto non riuscisse a rievocare e a rammentare là proprio vita prima del suo ingresso nell’Istituto. E nemmeno riusciva a sopportare di pensarci troppo a lungo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Sognare tra le pagine di un libro

Se puoi sognarlo puoi farlo

live&read

Libri, le perle di saggezza

lemillestorie

"Chi legge vive mille vite prima di morire. Chi non legge mai, ne vive una sola" (R.R. Martin)

Diario di una lettrice rampante

"Un buon romanzo inizia con una piccola domanda e finisce con una ancora più grande". -Paula Fox

Gio.✎

Avete presente quegli scomodi abiti vittoriani? Ecco. Io non vorrei indossare altro.

Adrenalibri

Siamo due amici con una forte passione per i libri, gli animali e le storie. Abbiamo aperto questo spazio per condividere le nostre letture e per confrontarci col mondo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: