Londra 1940.

Un tuffo nel passato per aggiustare il futuro.

Titolo: Passenger

Autore: Alexandra Bracken

Editore: Sperling & Kupfer

Anno: 2017

Pagine: 408

Trama: in una terribile notte, la giovanissima Etta Spencer perde tutto quello che conosce e ama. Catapultata all’improvviso in un mondo sconosciuto, ha un’unica certezza: non ha viaggiato per chilometri, bensì per secoli. La sua famiglia, infatti, possiede la capacità di viaggiare nel tempo. Un’abilità di cui lei ha sempre ignorato l’esistenza. Fino a ora. Passeggera a sorpresa su una nave nel bel mezzo dell’oceano, e disposta a tutto per ritornare alla propria epoca, Etta inizia una straordinaria avventura attraverso secoli e continenti, in compagnia di Nicholas, giovane capitano della nave, alla disperata ricerca di un oggetto misterioso e di inestimabile valore, in grado di salvare il suo futuro. Ma i tentativi di Etta per trovare la strada di casa non fanno che trascinarla sempre più a fondo. Per sopravvivere dovrà imparare a navigare tra spazio e tempo, tradimento e amore.

Voto: 2/5

La mia opinione: a differenza dal solito, questa volta lavoro al contrario e inserisco prima il voto. Normalmente non lo faccio perché credo che possa influenzare in qualche modo la lettura del resto della recensione. Ma è un pensiero mio, uno dei miei soliti castelli per aria.

In questo caso, invece, ho voluto che fosse chiara fin da subito la mia delusione nei confronti di questo libro.

Le aspettative erano molto alte in effetti, anche se di recente avevo letto un commento negativo, mi pare su Instagram, di qualcuno che come me era rimasto deluso.

I buoni propositi per una bella storia ci sono tutti, a partire anche dalla copertina che ha un’immagine a dir poco accattivante. Purtroppo, però, l’ho trovato un polpettone; alcune battute, addirittura, mi ricordavano Twilight o Shadowhunters.

Ammetto di non averlo nemmeno realmente concluso, ho lasciato le ultime due o tre pagine e al momento non ho nessuna intenzione di leggere il seguito.
Spero che almeno la prossima lettura mi possa regalare qualche soddisfazione!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

Sognare tra le pagine di un libro

Se puoi sognarlo puoi farlo

live&read

Libri, le perle di saggezza

lemillestorie

"Chi legge vive mille vite prima di morire. Chi non legge mai, ne vive una sola" (R.R. Martin)

Diario di una lettrice rampante

"Un buon romanzo inizia con una piccola domanda e finisce con una ancora più grande". -Paula Fox

Gio.✎

Avete presente quegli scomodi abiti vittoriani? Ecco. Io non vorrei indossare altro.

Adrenalibri

Siamo due amici con una forte passione per i libri, gli animali e le storie. Abbiamo aperto questo spazio per condividere le nostre letture e per confrontarci col mondo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: