Amare è distruggere.

Pensavo che non ce l’avrei fatta a finire il libro in tempo per questo lunedì, pensavo che avrei avuto bisogno di qualche giorno in più. Invece, mi ha completamente catturata e ogni secondo libero era buono per tuffarmi in questo mondo.

Titolo: Shaodwhunters – Città di vetro

Autore: Cassandra Clare

Editore: Mondadori

Anno: 2009

Pagine: 574

Trama: Clary era convinta di essere una ragazza come mille altre, e invece non solo è una Shadowhunter, una Cacciatrice di demoni, ma ha l’eccezionale potere di creare rune magiche. Per salvare la vita di sua madre, ridotta in fin di vita dalla magia nera di suo padre Valentine, Clary si trova costretta ad attraversare il portale magico che la porterà nella Città di Vetro, luogo d’origine ancestrale degli Shadowhunters, in cui entrare senza permesso è proibito. Come se non bastasse, scopre che Jace, suo fratello, non la vuole laggiù, e Simon, il suo migliore amico, è stato arrestato dal Conclave, che non si fida di un vampiro capace di sopportare la luce del sole. Con Valentine che chiama a raccolta tutti i suoi poteri per distruggerli, l’unica possibilità per gli Shadowhunters è stringere un patto con i nemici di sempre: i Figli della Notte, i Nascosti e il Popolo Fatato. E mentre Jace si rende conto a poco a poco di quanto sia disposto a rischiare per Clary, lei deve imparare a controllare al più presto i suoi nuovi poteri. L’amore è un peccato mortale… forse, e i segreti del passato rischiano di essere fatali.

La mia opinione: partiamo dal titolo del post. “Amare è distruggere” è una frase all’interno del libro che una mia carissima amica mi ha nominato più volte, in quanto la sente molto vicina a sè. Non ricordo con esattezza se mi aveva detto di averla letta all’interno della saga di Shadowhunters oppure se non ne avevamo mai parlato. Fatto sta che quando l’ho letta sono rimasta colpita e l’ho scelta come titolo del post.

Chiusa questa piccola parentesi riguardante il titolo, che in fondo deve sempre avere un perchè, posso dire con fermezza che questo è, finora, il libro che mi è piaciuto di più della saga. Certo è che devo ancora leggere i prossimi, quindi non è propriamente detta l’ultima parola.

A dirla tutta, non pensavo neanche di trovare un’altra saga che mi appassionasse così tanto come era successo con Hunger Games, di cui ho divorato i tre libri nel giro di una settimana e che ogni tanto mi capita ancora di rileggerli perché li trovo assolutamente fantastici. Ecco, la saga fantasy della Clare mi ha catturata esattamente nella stessa maniera e sarei quasi disposta a correre oggi pomeriggio in libreria solo per comprare il prossimo e per buttarmi a capofitto nel seguito dell’avventura.

Potevi avere qualunque altra cosa al mondo, ma hai voluto me.

Ricco di colpi di scena fino al midollo, in questo volume c’è un grande percorso di crescita interiore dei personaggi: Simon che decide di accettare la sua condizione di vampiro e di far parte del mondo dei Nascosti; Clary che si ritrova ad affrontare una nuova verità, oltre a sentimenti contrastati nei confronti di una persona a lei cara (mi piacerebbe approfondire questa parentesi, ma rischio di fare spoiler e sicuramente in giro c’è ancora qualcuno che come me non ha letto o finito di leggere la storia, quindi non mi sembra corretto!); ultimo ma non ultimo, Jace che forse si trova di fronte al problema maggiore di tutti, capire chi è realmente.

In tutto questo, Valentine che continua imperterrito verso la conquista e il Conclave che come molti governi attuali non sa che pesci prendere e deve continuamente guardarsi le spalle dai membri corrotti che ci sono al suo interno.

La cosa bella, e strana allo stesso tempo, è la fine. Il libro si conclude in una sorta di limbo, in cui i personaggi sembrano pronti ad avviarsi al classico “vissero per sempre felici e contenti”, quindi la storia potrebbe anche concludersi qui. Eppure, si sente nell’aria che qualche tassello non è ancora al posto giusto e che le cose possono ancora cambiare. Questa è la capacità dell’autrice che porta il lettore a voler sapere cosa succede dopo.

Insomma, per dirla in parole brevi: SONO SULLE SPINE!!

Voto: 5/5

2 risposte a "Amare è distruggere."

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

Sognare tra le pagine di un libro

Se puoi sognarlo puoi farlo

live&read

Libri, le perle di saggezza

lemillestorie

"Chi legge vive mille vite prima di morire. Chi non legge mai, ne vive una sola" (R.R. Martin)

Diario di una lettrice rampante

"Un buon romanzo inizia con una piccola domanda e finisce con una ancora più grande". -Paula Fox

Gio.✎

Avete presente quegli scomodi abiti vittoriani? Ecco. Io non vorrei indossare altro.

Adrenalibri

Siamo due amici con una forte passione per i libri, gli animali e le storie. Abbiamo aperto questo spazio per condividere le nostre letture e per confrontarci col mondo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: