Pane al limone con semi di papavero, Cristina Campos

Lo so, lo so, lo so.

Sono in ritardo. Che poi, se vogliamo essere precisi, neanche poi troppo. Mi ero imposta un articolo alla settimana, per cercare di mantenere il blog vivo e soprattutto per non cedere alla mia cara e amata pigrizia.

Domani è domenica, quindi se avessi scritto domani, o lunedì addirittura sarei stata davvero in ritardo. In fondo, oggi è SOLO sabato!

Bando alle ciance, o ciancio alle bande, dipende dai punti di vista… vi spiego perché sono in ritardo!

Titolo: Pane al limone con semi di papavero

Autore: Cristina Campos

Editore: Giunti

Anno: 2017

Pagine: 394

Trama: Anna e Marina non si vedono da molti, troppi anni. Inseparabili per tutta l’infanzia trascorsa sulle spiagge assolate di Mallorca, si sono allontanate sempre più. Anna, la sorella maggiore, bionda e delicata, è rimasta sull’isola, intrappolata in un matrimonio infelice; Marina, il maschiaccio di famiglia, ha fatto del mondo la sua casa e vive dove la porta il suo lavoro  per Medici senza Frontiere. Quando scoprono di avere ereditato un mulino con tanto di panetteria annessa, le due sorelle non vedono l’ora di sbarazzarsene e andare avanti con le loro vite. Ma al momento di firmare il contratto di vendita della proprietà, Marina ha un ripensamento. Le circostanze e le motivazioni che si celano dietro la donazione sono troppo misteriose per poter essere ignorate: chi era Maria Dolores? Che legame aveva con loro quella donna? Grazie alla panetteria e alle antiche ricette di famiglia, Marina, Anna e sua figlia Anita troveranno la forza di perdonare gli errori del passato e affrontare il difficile futuro che le attende. Sullo sfondo incantato di Mallorca, una storia di amicizia tutta al femminile e il coraggio di realizzare i propri desideri.

La mia opinione: quando mio padre ha visto il libro appoggiato sul tavolo della cucina, si è voltato verso di me ridendo e mi ha chiesto come fosse possibile dare un titolo del genere. La verità è che io, il libro, lo avevo scelto soprattutto per il titolo.

Certo, la trama era interessante. Ma il titolo anche quel nonsoché che mi attirava inesorabilmente.

Eppure, eppure, eppure…

Alla prima pagina piangevo come una bambina a cui hanno tolto il lecca-lecca di bocca.

A metà volevo spararmi.

All’ultima pagina mi sono commossa di nuovo.

Scritto così sembra che abbia dell’incredibile, però è vero. Questo è il motivo per cui ho tardato questa recensione, non riuscivo a finire di leggere questo maledetto libro!

La storia è ambientata a Mallorca, i paesaggi sono descritti in maniera davvero ottima, sembra quasi di essere lì, insieme ai protagonisti di questa storia. E la storia in sé ha un enorme potenziale, solo che, a parere mio, non è stato sfruttato al meglio. Mentre all’inizio la narrazione ha un buon ritmo, incalzante al punto giusto, dopo la metà ci si perde nell’intrico di eventi che si susseguono gli uni agli altri, senza capire bene che cosa sta succedendo. 

Ciò che più di tutto non mi è piaciuto è la mancanza di sviluppo dei rapporti fra i diversi personaggi. Per fare un esempio (che non svela niente della storia!), quando zia e nipote si incontrano si capisce subito che l’una colpisce l’altra, ma l’autrice lascia lo sviluppo di questo intenso rapporto all’intuizione del lettore. Tutto il contrario, insomma, di ciò che accade in prima pagina e che mi ha fatto piangere a dirotto.

Magari avevo io delle aspettative troppo alte nei riguardi di questo libro, fatto sta che non sono soddisfatta da questa lettura e mi è rimasto l’amaro in bocca.

… al punto che adesso non ho idea di cosa leggere! 

Voto: 2/5

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

Sognare tra le pagine di un libro

Se puoi sognarlo puoi farlo

live&read

Libri, le perle di saggezza

lemillestorie

"Chi legge vive mille vite prima di morire. Chi non legge mai, ne vive una sola" (R.R. Martin)

Diario di una lettrice rampante

"Un buon romanzo inizia con una piccola domanda e finisce con una ancora più grande". -Paula Fox

Gio.✎

Avete presente quegli scomodi abiti vittoriani? Ecco. Io non vorrei indossare altro.

Adrenalibri

Siamo due amici con una forte passione per i libri, gli animali e le storie. Abbiamo aperto questo spazio per condividere le nostre letture e per confrontarci col mondo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: