Fai bei sogni, Massimo Gramellini

Non esiste momento più bello, all’inizio di una storia, di quando intrecci le dita in quelle dell’altra persona e lei te le stringe.

Ti stai affacciando su un mare di possibilità.

Titolo: Fai bei sogni

Autore: Massimo Gramellini

Editore: Longanesi

Anno: 2012

Pagine: 229

Trama: Fai bei sogni è la storia di un segreto celato in una busta per quarant’anni. La storia di un bambino, e poi di un adulto, che imparerà ad affrontare il dolore più grande, la perdita della mamma, e il mostro più insidioso: il timore di vivere.

Fai bei sogni è dedicato a quelli che nella vita hanno perso qualcosa. Un amore, un lavoro, un tesoro. E rifiutandosi di accettare la realtà, finiscono per smarrire se stessi. Come il protagonista di questo romanzo. Uno che cammina sulle punte dei piedi e a testa bassa perché il cielo lo spaventa, e anche la terra.

Fai bei sogni è soprattutto un libro sulla verità e sulla paura di conoscerla. Immergendosi nella sofferenza e superandola, ci ricorda come sia sempre possibile buttarsi alle spalle la sfiducia per andare al di là dei nostri limiti.

Massimo Gramellini ha raccolto gli slanci e le ferite di una vita priva del suo appiglio più solido. Una lotta incessante contro la solitudine, l’inadeguatezza e il senso di abbandono, raccontata con passione e delicata ironia. Il sofferto traguardo sarà la conquista dell’amore e di un’esistenza piena e autentica, che consentirà finalmente al protagonista di tenere i piedi per terra senza smettere di alzare gli occhi al cielo.

Preferiamo ignorarla, la verità.

Per non soffrire.

Per non guarire.

Perché altrimenti diventeremmo quello che abbiamo paura di essere: completamente vivi.

La mia opinione: è stato difficile, avere a che fare con questo libro. 

Ammetto di averlo odiato, di aver avuto problemi di sopportazione con la prosa di Gramellini, come già mi era accaduto durante la lettura de L’ultima riga delle favole; ho voluto dargli fiducia e arrivare fino alla fine.

E’ stato difficile. Perché poi ho finito per amarlo, nonostante la prosa di Gramellini. Forse, semplicemente, non è nelle mie corde.

Eppure il finale mi ha travolto, un po’ come deve essere successo alla vita del protagonista, di cui non si conosce la vera identità fino alle ultime pagine del libro, quando ha scoperto la verità. E posso immaginare che travolgere fosse nelle vere intenzioni dell’autore quando ha voluto scrivere questo libro.

L’ho finito di leggere soltanto ieri sera, mentre aspettavo che mio padre tornasse a casa per la cena. Eppure ne sono ancora un po’ coinvolta, e scossa. 

Ma non posso negare che mi ha dato maggiore fiducia per il grande passo che mi sta aspettando fuori dalla porta e, adesso, sento un po’ meno paura a spiccare il salto.

Voto: non mi sento di dare un 5 pieno, sarei incoerente con quello che mi passa per la testa, per il mio continuo rapporto di amore/odio nei confronti di Gramellini. Per cui concludo con un 4/5.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuito su WordPress.com.

Su ↑

Sognare tra le pagine di un libro

Se puoi sognarlo puoi farlo

live&read

Libri, le perle di saggezza

lemillestorie

"Chi legge vive mille vite prima di morire. Chi non legge mai, ne vive una sola" (R.R. Martin)

Diario di una lettrice rampante

"Un buon romanzo inizia con una piccola domanda e finisce con una ancora più grande". -Paula Fox

Gio.✎

Avete presente quegli scomodi abiti vittoriani? Ecco. Io non vorrei indossare altro.

Adrenalibri

Siamo due amici con una forte passione per i libri, gli animali e le storie. Abbiamo aperto questo spazio per condividere le nostre letture e per confrontarci col mondo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: